Non nel tuo paese

Vivere all’estero

Sapete perchè sono venuto qua?!!!!!? Lavoravo da 4 anni in un Bar/Ristorante mi piaceva davvero tanto ci mettevo davvero l’anima in quel che facevo, facevo il cuoco ed il lavapiatti all’inizio ero completamente solo in cucina, poi ho iniziato con gli ordini, lavoravo al bar, il contabile, tutto facevo in quel posto praticamente potevo essere io il capo. Quando il capo non c’era praticamente ero io che facevo proprio tutto, e questo mi rendeva davvero felice, ero davvero soddisfatto perchè i clienti mi apprezzavano davvero ed anche se lavoravo tanto a fine serata non ero stanco. Per qualche mese non ho ricevuto lo stipendio però ho aspettato perchè ancora abitavo con i miei e quindi non avevo grandi spese, poi da 2 mesi che era indietro sono diventati 4 e poi quasi 5. E da lì basta mi ero davvero rotto, ma non sono andato via immediatamente perchè volevo trovare un altro lavoro . Ma non sapevo dove andare o rimanere a Firenze o fuori dalla città. Avevo paura che se fossi rimasto a Firenze mi avrebbero trattato come nel locale che ho lavorato per 4 anni, avrebbero visto il ragazzo volenteroso e mi avrebbero nuovamente “Sfruttato”, parliamoci chiaro non prendevo cifre enormi, prendevo davvero poco per quello che facevo. Ed alla fine come vi ho spiegato nel mio primo racconto “Oberstdorf per italiani” sono qua a lavorare dall’Aprile del 2017. Io vi dico la verità a me piace stare qua ma ci sono momenti, sopratutto quando torno dalle vacanze in Italia, che mi viene un angoscia del mio paese. Vorrei lasciare tutto e tornare in Italia . Poi dopo 2 settimane mi riabituo alla Germania e io sto bene qua. Anche qua ho i miei amici tedeschi conosco qualche italiano . Qui lavoro il giusto ho le mie responsabilità, mi piace davvero tanto il posto di lavoro, il capo è davvero una persona fantastica e prendo anche un buono stipendio. Dove abito io non è una grande città, con traffico, caos, criminalità. E’ un paese di montagna quindi è molto pulito, tutti sono tranquilli, rilassati. Vivere in una grande città a me non piacerebbe, ci sarebbe tutto a portata di mano non ci sarebbe bisogno di una macchina però mi sentirei soffocato in mezzo ad una grande città con un sacco di palazzi e persone. Non è che qua siamo proprio in mezzo al nulla, ci sono le discoteche i locali per andare a bere fino a tarda notte, supermercati quanti ne vuoi, alla fine è una città turistica quindi vita c’è. Però se vuoi andare a mangiare alle 21 in un ristorante non puoi perchè a quell’ora è chiuso. Qui si inzia a cenare alle 18. I primi 3 mesi qua ero a giro sempre a piedi o in bus, poi ho comprato una macchina in Italia, perchè ancora non conoscevo bene la zona e i concessionari vicini, ed anche con la lingua all’inzio era un ostacolo. Ho comprato la macchina, i miei me l’hanno portata e dopo un anno l’ ho dovuta immatricolare con la targa tedesca. Tempi di attesa brevi e per tutte le pratiche alla fine ho speso poco. E’ con l’assicurazione tedesca risparmio molto rispetto a quando era assicurata in Italia . Tutte queste cosine burocratiche in un paese straniero mi piacciono perchè metto a confronto Germania e Italia . Non credo di rimanere per tutta la vita qua, forse dovrò ritornare in Italia anche perchè ho una famiglia ed un giorno loro avranno bisogno di me, si vedrà, per adesso continuo con la mia vita tedesca.